31-05-21

Approvati i risultati economici finanziari al 31 dicembre 2020.


ViViBanca S.p.A.: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati economico finanziari al 31 dicembre 2020, che confermano ancora la capacità di crescita e la solidità della struttura patrimoniale della banca.

- Risultato netto della gestione finanziaria al 31/12/2020 pari a 27,1 mln di Euro (+8,6% vs 24,9 mln di Euro al 31/12/2019).
- Utile ante imposte 2020 pari a 6,1 milioni di Euro (+13,9% vs 5,3 mln di Euro al 31/12/2019).
- Utile netto dell'esercizio 2020 a 4,1 milioni di Euro (+ 25,1% vs 3,2 mln di Euro al 31/12/2019).

Produzione cessione del quinto al 31/12/2020 pari a 241 mln di Euro di valore dei crediti, sia generati direttamente che acquistati da intermediari finanziari.
Finanziamenti verso clientela pari a 182 mln di Euro (+35,3% vs 134 mln di Euro al 31/12/2019).

Indici di solidità patrimoniale, CET1 Ratio e Total Capital Ratio, pari, rispettivamente, al 17,1% ed al 19,8%. Coverage NPL ratio pari al 57,8%.


La proposta di destinazione del risultato d'esercizio, pari ad euro 4.058.952, trova la seguente proposta:
- alla Riserva Legale (5%): euro 202.948;
- alla Riserva Utili: euro 2.837.206;
- a Utili a nuovo: euro 1.018.799.

Tali utili a nuovo, ove fossero distribuiti, determinerebbero un pay-out ratio contenuto, pari al 25%, garantendo una più che ampia copertura dei requisiti patrimoniali e dei livelli di capitale interno richiesti dalla Banca d'Italia. A metà dicembre 2020 quest'ultima, considerato che la pandemia potrebbe non aver ancora manifestato appieno i suoi effetti sui bilanci degli intermediari bancari e finanziari, ha raccomandato alle banche "less significant" di "astenersi dal riconoscere o pagare dividendi fino al 30 settembre 2021 o di limitarne l'importo a non più del 15% degli utili cumulati del 2019-20 o di 20 punti base del coefficiente di CET1. Nel rispetto di tali raccomandazioni, il Consiglio propone quindi che l'utile dell'esercizio 2020 venga accantonato, per una quota di importo corrispondente al monte dividendi sopra ipotizzato, in una specifica "Riserva Utili a nuovo" riservando ulteriori deliberazioni al riguardo dopo la scadenza del 30 settembre 2021, data dopo la quale dovrebbero essere diramate ulteriori raccomandazioni.


Torino 31 maggio 2021 - Il Consiglio di Amministrazione di ViViBanca - istituto bancario privato ed indipendente specializzato nel credito alle famiglie attraverso l'erogazione di prestiti contro cessione del quinto, oltre che nella raccolta online sul mercato retail - ha approvato, sotto la presidenza di Germano Turinetto, il progetto di bilancio al 31 dicembre 2020, che chiude con un utile ante imposte pari a 6,1 milioni di Euro, evidenziando una crescita del 13,9% rispetto ai 5,3 milioni di Euro consuntivati nel 2019.

Germano Turinetto, Presidente del Gruppo Bancario ViViBanca afferma: "Durante quest'anno pieno di ostacoli esogeni, abbiamo continuato a sostenere attivamente i clienti e i colleghi: il nostro core business da Speciality Bank - e cioè la Cessione del Quinto - si è ribadito molto robusto. Ciò è stato frutto dell'implementazione di iniziative organizzative, come la firma elettronica a distanza, nonchè della capacità di resilienza della rete agenziale che ha saputo affrontare e superare le difficoltà dovute al distanziamento. è per questo che abbiamo continuato a conseguire risultati in linea con le direttrici del piano industriale 2019-2021, sia nella diversificazione delle aree di business, sia nello sviluppo di un modello di produzione diretta, oltre che negli investimenti nella digitalizzazione dei canali distributivi. Gli azionisti hanno anche approvato un importante progetto di aumento del capitale sociale e l'acquisizione di una controllata, ridenominata ViViConsumer, ha comportato l'iscrizione di ViViBanca nell'Albo dei Gruppi Bancari. La nostra strategia si conferma dunque efficace nel sostenere la crescita, oltre che nel potenziare la solidità patrimoniale della Banca".

Al 31/12/2020 ViViBanca ha raggiunto un Margine di Intermediazione pari a 29,1 milioni di Euro, in crescita del 13,3% rispetto ai 25,6 milioni di Euro al 31/12/2019, mentre il risultato netto della gestione finanziaria è pari a 27,1 milioni di Euro, in aumento del 8,6% rispetto ai 24,9 milioni di Euro al 31/12/2019.

Grazie al sempre maggior mantenimento della Cessione del Quinto a libro, il sostegno complessivo verso la clientela tramite finanziamenti è salito a 182 mln di Euro, con un incremento del 35,3% rispetto a 134 mln di Euro del 31/12/2019.

Sotto il profilo degli impieghi, ViViBanca ha effettuato erogazioni per 241 mln di Euro di valore montante (-2,4% a/a), su 9.249 nuovi prestiti.


Nel 2020 la Raccolta Diretta è cresciuta del 16,9% raggiungendo i 310 mln di Euro. A questo riguardo, si segnala l'efficacia del canale online, che ha permesso di raggiungere uno stock di raccolta, concentrata nella forma tecnica di time deposit, pari a 262 mln di Euro.

Al 31 dicembre 2020, gli indici patrimoniali, economici e di rischio di ViViBanca risultano:

- CET1 Ratio pari al 17,1% (14,4% al 31/12/2019)
- Total Capital Ratio pari al 19,8% (16,9% al 31/12/2019);
- ROE pari al 10,8% (10,2% al 31/12/2019);
- Texas Ratio pari al 30,5% (37,3% al 31/12/2019).
- Coverage NPL ratio pari al 57,8% (50,9% al 31/12/2019).


Fatti di rilievo avvenuti nell'esercizio 2020

Tra gli avvenimenti accaduti nel corso dell'esercizio 2020, occorre ricordare la delega del 26 maggio al CDA da parte dell'Assemblea degli Azionisti per aumenti del capitale sociale per l'importo massimo di 30 mln di Euro, in una o più volte, fino a maggio 2025, comprensivo di eventuale sovrapprezzo. Il 29 settembre il CDA ha parzialmente eseguito la delega aumentando il capitale sociale per l'importo massimo di 14,7 mln di Euro. L'aumento di capitale è avvenuto mediante l'emissione di azioni ordinarie offerte in opzione agli azionisti della Banca. Quest'azione si è inserita all'interno del piano strategico della Banca che prevede di perseguire lo sviluppo, la crescita e la diversificazione del business di ViViBanca sia per linee interne che per linee esterne. L'aumento, perfezionato in data 4 maggio 2021, ha registrato l'assegnazione di tutti i diritti disponibili, che hanno portato un incremento del Capitale Sociale della Banca da 33,8 mln di Euro a 48,5 mln di Euro. Nel maggio 2020, inoltre, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni e in linea con il piano di crescita nel mercato della cessione del quinto, ViViBanca ha acquisito il 100% di Italrate S.r.l., agente in attività finanziaria. A seguito dell'acquisizione la Banca è stata iscritta nell'Albo dei Gruppi Bancari e ha modificato la denominazione della controllata in ViViConsumer S.r.l. L'obiettivo strategico dell'operazione è lo sviluppo di un modello di produzione diretta da accostare all'attuale, attraverso la costituzione di una serie di filiali (attualmente cinque).
Da segnalare, infine, il collocamento di titoli senior di Eridano II SPV sul mercato ad ottobre 2020: Si è trattato della seconda cartolarizzazione di ViViBanca. L'offerta pubblica della tranche senior ha riscontrato un importante successo, con ordini pari a 730 mln di Euro a fronte di 308 mln di Euro di titoli in offerta ed ha rappresentato il primo collocamento sul mercato di titoli italiani ABS "Post Covid". Questa elevata richiesta delle note senior da parte di investitori anche internazionali rappresenta un attestato di fiducia sulla qualità degli asset sottostanti, che costituiscono il core business della Banca.


Download

Media Relations
media.relations@vivibanca.it
t. +39 011 19781000
f. +39 011 19698000



COMUNICATI STAMPA

L' Assemblea degli Azionisti approva i risultati economico finanziari al 31 dicembre 2020, confermando la crescita e l'andamento virtuoso della Banca nonostante l'impatto della pandemia da Covid-19.






Siglato accordo tra ViViBanca e Cassa di Risparmio di Cento per l'acquisizione della partecipazione in IFIVER S.p.A.






Approvati i risultati economici finanziari al 31 dicembre 2020.






ASSOCIATI CON